Opzioni Binarie e Forex anche per i meno esperti

Strategia basata sulle notizie economiche. Timeframe M1/M5

Questo articolo descriverà una strategia semplice ma efficace basata sulle notizie macroeconomiche più importanti.

Per questa strategia useremo ordini in sospeso di Buy Stop e Sell Stop, dove lo Stop Loss sarà posizionato a breve distanza dal livello di apertura del prezzo, mentre il Take Profit sarà posto a lunga distanza dal prezzo di apertura; oppure gli ordini possono essere chiusi manualmente.

Il fattore chiave per piazzare un ordine è la scelta delle notizie, che causeranno il momentum più forte nel mercato.

Il calendario di RoboForex

Il calendario finanziario di RoboForex mostra tutti gli eventi chiave e i punti salienti del settore finanziario: nuovi rapporti forniti dalle società, indici dei prezzi e indicatori finanziari, le ultime letture di inflazione e disoccupazione, date e orari dei discorsi e dei rapporti tenuti dai capi delle autorità di regolamentazione finanziaria globali e altre informazioni importanti, che possono essere utili per i trader quando lavorano sui mercati finanziari

Gruppi informativi

Le notizie più importanti sono suddivise nei seguenti gruppi informativi:

Non-farm Payrolls: Rapporto che indica il numero totale di posti di lavoro aggiunti o persi negli Stati Uniti, esclusi i lavoratori agricoli, i lavoratori del governo e le organizzazioni senza scopo di lucro. È un importante indicatore dell’andamento dell’economia statunitense.

Produzione industriale: Misura la produzione totale delle industrie manifatturiere, minerarie e di servizi pubblici di un paese. È un indicatore chiave dell’attività economica e della salute del settore manifatturiero.

PPI (Produttore di Prezzi Indice): Misura le variazioni dei prezzi a cui i produttori vendono i loro beni e servizi. Rappresenta i costi di produzione ed è un indicatore dell’inflazione imminente.

PIL (Prodotto Interno Lordo): Il PIL rappresenta il valore totale dei beni e servizi prodotti all’interno dei confini di un paese in un determinato periodo di tempo. È uno dei principali indicatori dell’attività economica e della crescita del paese.

CPI (Indice dei Prezzi al Consumo): Misura i cambiamenti dei prezzi dei beni e dei servizi acquistati dai consumatori. È un indicatore chiave dell’inflazione e del potere d’acquisto delle persone.

Tasso di disoccupazione: Rappresenta la percentuale di persone disoccupate rispetto alla forza lavoro totale. È un indicatore importante per valutare la salute del mercato del lavoro di un paese.

Fiducia dei consumatori: È un’indagine o un indice che misura il livello di fiducia che i consumatori hanno riguardo alla situazione economica attuale e futura. Può influenzare le decisioni di spesa dei consumatori.

Offerta monetaria: Rappresenta la quantità di denaro disponibile nell’economia di un paese. Comprende valuta in circolazione, depositi bancari e altri strumenti monetari.

Indice armonizzato dei prezzi al consumo (Regno Unito ed Europa): Misura l’inflazione sulla base di un insieme standardizzato di beni e servizi in conformità con gli standard dell’Unione europea. È utilizzato per confrontare l’inflazione tra paesi.

Bilancia commerciale: Rappresenta la differenza tra esportazioni e importazioni di beni e servizi di un paese. Una bilancia commerciale positiva indica che un paese esporta più di quanto importa.

Vendite al dettaglio: Misura il valore delle vendite di beni e servizi ai consumatori finali. È un indicatore dell’andamento del consumo.

Conto corrente: Rappresenta la somma delle transazioni commerciali e finanziarie internazionali di un paese con il resto del mondo. Includendo importazioni, esportazioni, servizi, trasferimenti e investimenti.

Tankan: È un’indagine trimestrale condotta dalla Banca del Giappone che misura la fiducia delle grandi aziende giapponesi rispetto alle condizioni economiche correnti e future.

ISM (USA), PMI (Eurozona), CIPS (Regno Unito): Sono indici che misurano l’attività economica del settore manifatturiero in diversi paesi o regioni. Sono basati su sondaggi tra i responsabili degli acquisti delle aziende.

Indice di sentiment delle Michigan: Misura la fiducia dei consumatori statunitensi riguardo alle condizioni economiche presenti e future.

Beige Book: È un rapporto pubblicato otto volte all’anno dalla Federal Reserve degli Stati Uniti, che fornisce una panoramica della situazione economica e delle prospettive per l’economia statunitense.

Indice PMI di Chicago: Misura l’attività economica del settore manifatturiero e dei servizi nell’area metropolitana di Chicago, USA.

Per questa strategia possiamo scegliere le coppie di valute principali, per le quali le notizie avranno il maggiore impatto, scatenando il movimento più alto in una di queste coppie: EURUSD, GBPUSD, USDJPY, AUDUSD, USDCAD e NZDUSD.

Confrontiamo il momento nel calendario delle notizie con il momento delle condizioni di trading.

Time Frame

I dati si riferiscono al passato e le performance passate non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri.

Passaggi successivi da seguire: utilizzare timeframe M1 o M5.

Da 2 a 3 minuti prima del momento di pubblicazione delle notizie, piazzare ordini in sospeso di Buy Stop e Sell Stop alla distanza dell’ultimo massimo e minimo del prezzo degli ultimi 10-15 minuti; tuttavia, non dovrebbero essere più vicini di 8 punti dal livello di prezzo corrente. Per ridurre al minimo le perdite, è consigliato posizionare lo Stop Loss al livello di 3-4 spread dal prezzo corrente della coppia di valute. È anche consigliabile posizionare il Take Profit al livello di 80-90 punti o non posizionarlo affatto, ma seguire semplicemente il movimento del prezzo.

L’ordine sarà attivato al momento della pubblicazione delle notizie; se il prezzo non raggiunge lo Stop Loss, muoviamo lo stop-loss nella direzione del salto.

I dati si riferiscono al passato e le performance passate non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri.

Nota: La strategia qui descritta è basata su analisi e previsioni di mercato e comporta rischi. Prima di utilizzarla, si consiglia di effettuare una propria analisi e di comprendere appieno i rischi coinvolti nel trading.